Anale

Anale, nel gergo del sesso e della pornografia, sta ovviamente ad individuare il “sesso anale“. La pratica del sesso anale, è diffusa si dall’antichità ed oltre ad essere pratica dagli omosessuali, è ad i giorni d’oggi sempre più in auge anche nei rapporti di coppia eterosessuale.

Perché piace il sesso anale?

Il sesso anale, trova fonte di piacere, principalmente in due aspetti. Il primo aspetto è puramente fisico e riguarda nel caso degli uomini passivi, la stimolazione della prostata  oltre gli altri vari centri nervosi che sono distribuiti nel retto.Il sesso anale, non riguarda solo i maschi gay, ma spesso anche nel rapporto di coppia, taluni uomini, assumono un atteggiamento passivo ed amano farsi penetrare dalla propria compagna. In questi casi le partner donne, possono utilizzare uno strapOn ,che è uno speciale vibratore fornito di  una cintura che viene legata in vita alla donna, che quindi , si trova ad avere una sorta di pene artificiale. Riguardo agli uomini attivi, il piacere fisico, nell’atto, sta nel fatto che l’ano è molto più stretto, rispetto alla vagina e questo permette una maggiore stimolazione del glande. Per le donne il piacere anale si sviluppa soprattutto per la stimolazione dei muscoli ed in nervi rettali, che se stimolati a loro volta, sollecitano anche la zona della vagina, essendo questa particolarmente vicina all’ano. Molto spesso durante la penetrazione anale, le donne praticano o  si fanno praticare la masturbazione del clitoride o praticano, la penetrazione con un vibratore della vagina. In taluni casi le donne, riescono ad avere un orgasmo anale.
Un altro tipo piacere della sodomia, riguardo un aspetto di tipo psicologico.  L’uomo ( o la donna quando l’uomo è passivo) che esercita la penetrazione è pervaso da una sensazione di “dominazione”,  da un senso di macismo, che unito al piacere fisico e l’idea di infrangere un tabù e rompere il muro del proibito, crea una sorta di libidine.

E’ importante sottolineare che non a tutti piace il sesso anale, soprattutto molte donne, sono restie ed hanno paura, di provare dolore durante l’atto.Detto questo alcuni studi e sondaggi hanno confermato, che la stragrande maggior parte delle donne, che hanno provato il sesso anale, ne sono riuscite soddisfatte,tanto da raggiungere l’orgasmo. Perché il  il sesso anale non sia doloroso, è importante, che questo venga svolto con una certa cautela, soprattutto le prime volte.

Istruzioni e tecniche per il sesso anale.

Al fine di raggiungere il piacere di entrambi partner, durante il rapporto anale, sono spesso necessarie alcune condizioni. Una penetrazione veloce e brutale, potrebbe essere solo dolorosa e sgradevole per il soggetto passivo in primo luogo ma anche per quello attivo. Per un piacevole rapporto anale potrebbero essere comodo queste precauzioni/accorgimenti.

  • Relax – E’ importante soprattutto le prime volte, che il partner passivo, sia completamente rilassato ed a suo agio. Un ambiente pulito e profumato, piccole accortezze come una musica soft di sottofondo e qualche coccola, aiutano a rilassarsi e favoriscono il rapporto.
  • I preliminari  – Oltre ai baci, carezze e coccole, che soprattutto nel caso delle donne, hanno un grande effetto, è vivamente consigliabile, se si è nostro agio con tale pratica,fare anilingus alla partner. L’anilingus, consiste che nel leccare l’ano del partner passivo. L’ano come si è detto è pieno terminazione nervose, simili a quelle presenti negli organi genitali e nelle zone erogene. Un anilingus praticato a dovere, può essere fonte di vero piacere per chi lo subisce ed un buon preludio al sesso anale. L’anilingus  , tuttavia ha dei rischi, che riguardano la salute,essendo l’ano pieno di batteri e virus e quindi fonte di malattie sessualmente trasmissibili. E’ consigliabile, praticare l’anilungs solo con il proprio partner abituale. Prima di passare al sesso anale, si può anche pensare ad una prima penetrazione vaginale e magari nell’occassione si può infilare  con delicatezza un dito nell’ano.
  • Lubrificazione – E’ quasi una parola d’ordine se si vuole fare del buon sesso anale. L’anilingus, attraverso la saliva, aiuta certamente, ma un buon lubrificante, può rendere la penetrazione molto più piacevole e facile.
  • Delicatezza – Soprattutto nel momento iniziale, quando il glande, che è la parte più grande del pene entra nel retto, potrebbe essere un po’ doloroso. In questa fase iniziale è importante che il partner attivo sia molto delicato.

Quali sono le posizioni ideali per il sesso anale?

  • La cucina Portoghese -Questa posizione è idonea oltre che per la penetrazione vaginale, anche per il sesso anale. L’uomo è con le gambe distese e con la schiena alzata quasi a novanta gradi,mentre la donna, porge il suo sedere allo sguardo dell’uomo e si trova praticamente in una sorta di pecorina. In questa posizione la donna e l’uomo hanno entrambi il controllo dell’intensità della penetrazione.

 

 

 

  • Il Cucchiaio -Questa posizione, oltre ad essere piuttosto delicata per il sesso anale, favorisce da parte dell’uomo anche la stimolazione del clitoride e dei seni. La donna è distesa sul un lato e porta le gambe in alto come se fosse seduta, l’uomo gli si posiziona da dietro nella medesima posizione.

 

 

 

  •  L’amazzone – E’ una posizione particolarmente indicata per i principianti del sesso anale. In questa posizione, infatti, il partner attivo è seduto su una sedia o uno sgabello mentre la partner passiva si siede sopra lui. In questa posizione oltre a potersi scaldare con caldi baci, la donna è capace di controllare il livello di penetrazione a suo piacimento.

 

 

 

 

  • Il Lupo – In questa posizione l’uomo è in piedi, mentre la donna gli porge il sedere da dietro ed è leggermente inclinata verso il basso. L’uomo infine abbraccia all’altezza della vita la donna, da dietro. La penetrazione non è particolarmente profonda ma a sua volta la posizioni dei due partner , garantisce una buona contrazione muscolare dell’ano e di conseguenza  un piacere molto elevato per l’uomo.

 

 

 

  • La Montagna incantata – E’ una sorta della moderna pecorina, dove però il corpo della donna, si trova supportato da dei cuscini. L’uomo a sua volta si avvolge e riprende la stessa posizione della donna ma da dietro. La profondità di penetrazione anale è piuttosto alta e consigliabile agli esperti di questa pratica.

 

 

 

  • La Croce di fuoco – La donna è distesa,  una delle sue due gambe è distesa mentre l’altra è in alto piegata sul ginocchio. L’uomo è seduto sulla coscia che è distesa,mentre con il corpo si appoggia sull’altra gamba.

 

 

 

 

Altre pratiche legate al sesso anale.

Oltre alla classica penetrazione, vi sono molti altre pratiche che riguardano il sesso anale.

  • L’uso delle dita – La stimolazione delle dita nello sfintere anale, volgarmente anche chiamato ditalino anale.
  • L’uso dei clisteri – Il clistere viene utilizzato sia a fini igenici, sia nell’ambito del sesso fetish, dove un ipotetico infermiere/a fa una clistere al proprio partner. Il clistere tal volta,viene utilizzato nella fase preparatoria del sesso anale, dal soggetto passivo, al fine di pulire al meglio il retto.
  • L’uso dei butt-plug – Letteralmente butt-plug, vuole dire tappo anale. Questi giochi per adulti, alla stregua di altri,si trovano generalmente nei sexy shop.I butt-plug,sono di varie dimensioni e si sviluppano soprattutto per larghezza. La funzione, di questo accessorio, è quello di aumentare gradualmente l’elasticità anale (c.d. training anale). Il butt-plug, hanno molto spesso anche delle sfumature nelle pratiche fetish e sadomaso. Spesso il master in un rapporto sadomaso, obbliga la propria slave ad indossare anche sotto la lingerie il butt plug anche per varie ore, durante lo svolgimento delle azioni della vita quotidiana. Esempio durante le faccende domestiche e addirittura durante le ore lavorative.
  • Il Fisting anale – E ‘ una pratica sessuale, piuttosto estrema. Il fisting, prevede  l’introduzione della mano nella vagina del partner passivo. Nel caso del fisting anale, la penetrazione avviene per l’appunto nell’ano. La pratica del fisting è diffusa, soprattutto nei rapporti BDSM (bondage-sadomaso). E’ opportuno che tale pratica, venga eseguita solo da persone esperte e con l’ausilio abbondante di lubrificanti. Penetrazioni troppo violente, possono provocare danni come il prolasso rettale, fino alla perforazione del retto.
  • Il figging – E’ una pratica del BDSM (Bondage – Sadomaso), laddove, viene inserito nel retto della persona sottomessa (slave),dello zenzero fresco e sbucciato. Lo scopo di tale pratica è quella di creare del bruciare nell’ano della persona sottomessa.
  • La doppia penetrazione – E’ la penetrazione, che il partner di sesso femminile, riceve simultaneamente nella vagina e nell’ano da due partner maschili. Per alcune donne, la doppia penetrazione, può essere estremamente piacevole.
  • Il Gape – Letteralmente vuole dire “allargare”. Questa pratica consiste attraverso delle penetrazioni estreme, praticate soprattutto con speciali dildi,l’allargamento dell’ano. Il gape è considerata una pratica di sesso estremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *